Autodeterminazione

thumbnail_Silvia-Bizzarri-Vista-sull27Oceano-Atlantico-Libertà-di-guardare-lontano-verso-l27infinito (1)
Autodeterminazione: una parola molto usata e fraintesa. Cogliamone il senso vero in questa riflessione di Edith Stein.

Il diritto di autodeterminazione è una proprietà inalienabile dell’anima. Esso costituisce il grande mistero della libertà personale, davanti alla quale Dio stesso si arresta. Egli infatti vuole il dominio sugli spiriti creati unicamente sotto forma di un libero dono offertogli dal loro amore. Egli conosce i pensieri del cuore, scruta le profondità e gli abissi dell’anima, anfratti vertiginosi che lo sguardo di quest’ultima non riesce nemmeno a sondare, se Dio non le offre l’illuminazione adatta. Però Egli non vuole prenderne possesso senza che essa vi dia il suo assenso. Malgrado questo, fa di tutto per cattivarsi il libero assenso della di lei volontà alla sua, ma cercando di ottenerlo come un dono del suo amore, per avere modo di condurla all’unione beatificante.

Edith Stein – Scientia Crucis. Studio su S. Giovanni della Croce